Catalogo

Rubriche

Contatti

Home

 

 

 

Mini biografie  >

Bedetti Giuseppe

D’Acquisto  Salvo

Ven. Marchesini

 

 

 

Mini biografie

rubriche

Il seminarista Bruno Marchesini, venerabile, nacque da una famiglia, come lo erano le molte famiglie dell'epoca, piuttosto dimessa, economicamente parlando, ma ricca di virtù cristiana, Il venerabile ebbe i natali l'8 agosto 1915 a Bagno di Piano (BO. Delle virtù cristiane apprese dai genitori, il piccolo Bruno Marchesini ne fece tesoro, al punto, da adoperarsi egli stesso alla pratica della fede, pregava molto ed era dedito al servizio agli altri, ai più poveri, ai bisognosi di essere assistiti nella malattia e da questo iter spontaneo di vita caritativa, comprese che la sua strada era la vocazione al Sacerdozio. Volitivo negli studi e con i rapporti dei suoi amici e compagni e professori di Ginnasio, ben presto, distintosi negli studi, ottenne di essere accolto, previo esame, quasi fosse stata una borsa di studi copiosamente renumerativa, ottenne di entrare in seminario. Oltre che porsi all'attenzione del servizio ai poveri, praticava eserci di preghiera e di fede, fino a promettere al Signore che sarebbe voluto morire per lui, piuttosto che rimanere in un certo senso, vittima, a suo dire, della quotidianità solita, invece  lui voleva distinguersi per la dedizione a Dio, alla Chiesa tutta,  nella pratica della Fede e riuscì in pieno nel suo intento, al punto, seppure chi sta leggendo questa mini biografia la potrebbe considerare un iter di fede normale, poichè chi è Sacerdote o chi aspira a diventarlo, già da seminarista si dedica alle pratiche di Fede. Ma per il giovane Marchesini Bruno, seppure nella quotidiana normalità di Fede, offrì la sua vita, a seguito di una malattia infettiva (a quanto pare si sia  trattata di meningite), nel 1938, in un giorno di caldissima estate, tra l'afa e il frinire delle cicale, il 23 enne Marchesini, tra lo sguardo di chi lo stava assistendo e il suo giovane sorriso spontaneo, gioiosamente, volontariamente, sebbene, la vita si andava spezzando, lui, offrì il suo sacrificio a Dio in oblazione dei bisogni della Fede, della Speranza, della Carità e della mestizia per il prossimo bisognoso.

Per le eccezionali doti ed operato in virtù umanitarie e di Fede, Giovanni Paolo II lo proclamò Venerabile, il 20 dicembre 2002.

La sua immagine esposta nella Basilica di San Pietro in Bologna, è oggetto di venerazione e preghiere, chi era venuto a conoscenza delle sue eroiche virtù della fede, nel passare lungo l'architrave che sovrasta il   lungo corridoio antistante le cappelle laterali o transetti, avverte il dovere nella fede, di soffermarsi davanti all'immagine sorridente del Venerabile Bruno Marchesini recitando  una piccola  preghiera mentale o per uno sfogo intimo personalizzato, corroborandosi così nella quotidiana preghiera, nonostante le proprie difficoltà nell'assolutismo della vita e  di preghiera secondo la Fede Cristiana e Cattolica. . Minibiografia, a cura di: mgm' -

 

I significati

Giorni felici

Opinioni

 

 

@

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

(c)p.iva02577051200